Home » Eventi » Cultura » DOMOSOFIA – FESTIVAL DELLE IDEE E DEI SAPERI
Cultura

DOMOSOFIA – FESTIVAL DELLE IDEE E DEI SAPERI


Prima edizione per il festival culturale Domosofia. Incontri, dibattiti, laboratori ed esibizioni artistiche animeranno uno dei centri storici più belli delle Alpi, Domodossola. Questa edizione tratterà in tutti i suoi aspetti il tema della leggerezza.

La leggerezza come slancio alla vita. In un momento storico in cui la comunità globale sta affrontando grandi cambiamenti, spesso segnati dall’incertezza e dalla paura, è una vera e propria sfida il tema scelto per la 1^ edizione di Domosofia, Festival delle Idee e dei Saperi, in programma dal 21 al 24 settembre a Domodossola (VCO).

 

Quattro giornate intense di incontri, dibattiti, laboratori ed esibizioni artistiche, che coinvolgeranno numerosi spazi del cuore storico della città, al centro di una delle più affascinanti vallate dell’arco alpino.

Si parlerà di studio, lavoro, amore, media, alimentazione e di numerosi aspetti della nostra vita, con donne e uomini appartenenti ai mondi più diversi: dall’impresa alla filosofia, ma anche psicologiamedicina e scienzasport, musica, moda e giornalismo.

Più di 20 appuntamenti, gratuiti e aperti a tutti, uniti dal filo conduttore della “leggerezza” per scoprire come, attraverso e all’insegna di essa, si possa guardare alla vita nella sua complessità.

 

In un’era in cui la comunicazione è dominata dai social network, saranno proprio loro e il modo in cui li usiamo ad aprire, giovedì 21 settembre, il cartellone di Domosofia, con un incontro rivolto agli studenti dal titolo “Amici di click, social senza paura”, che vedrà la partecipazione, tra gli altri, di Anastasia Buda di Samsung Italia e della giovanissima web talent Elisa Maino, che vanta centinaia di migliaia di follower.

 

Tanti gli ospiti della manifestazione: lo psichiatra Eugenio Borgna e il filosofo Umberto Galimberti saranno protagonisti di due appuntamenti che ruoteranno attorno ai labirinti della mente (venerdì 22 settembre, ore 17.30 e ore 18.15, Cappella Mellerio/Piazza Rovereto), mentre si parlerà di pensieri ed emozioni con il neuroscienziato Giovanni Frazzetto (sabato 23 settembre, ore 19, Cappella Mellerio/Piazza Rovereto).

 

In una manifestazione ospitata ai piedi delle Alpi, non mancherà anche uno sguardo leggero sulla montagna con l’alpinista Silvio Mondinelli (tra i pochi al mondo ad aver scalato le quattordici vette più alte del pianeta, senza l’uso di ossigeno supplementare), il campione di Sci Alpinismo Damiano Lenzi e di Ultra Trail Giulio Ornati (venerdì 22 settembre, ore 21, Teatro Galletti).

Sport protagonista anche dell’incontro con l’editorialista della Gazzetta dello Sport Alberto Cerruti, che svelerà i retroscena del libro scritto con Claudio Gentile (sabato 23 settembre, ore 16.30, Cappella Mellerio/Piazza Rovereto), e dell’intervista a Edoardo Maturo autore di “Papà, Van Basten e altri supereroi” (sabato 23 settembre, ore 11, Cappella Mellerio/Piazza Rovereto).

 

Si parlerà poi di musica e moda con la cantante dei Dirotta su Cuba Simona Bencini e la giornalista e scrittrice Fabiana Giacomotti (sabato 23 settembre, ore 17.15, Cappella Mellerio/Piazza Rovereto), mentre di lavoro e impresa si discuterà con Paolo Gallo, direttore delle risorse umane del World Economic Forum (sabato 23 settembre, ore 18.15, Cappella Mellerio/Piazza Rovereto).

 

Tra gli ospiti attesi anche il direttore de La Stampa Maurizio Molinari (domenica 24 settembre, ore 18,30, Piazza Mercato), in un incontro per scoprire la forza della leggerezza dove guerre e terrorismo mettono la vita a dura prova.

 

Accanto ai dibattiti, le quattro giornate di Domosofia saranno animate da laboratori, concerti, giochi e teatro di strada, che coinvolgeranno adulti e bambini.

 

Spazio anche alla leggerezza in cucina con la vice presidente di Slow Food Cinzia Scaffidi, lo chef Giorgio BartolucciMassimo Sartoretti, ristoratore, e un confronto tra gli chef Matteo Sormani di Walser Schtuba e Andrea Ianni della Trattoria Vigezzina  (domenica 24 settembre, ore 17, Piazza Mercato).

 

Ai sapori della terra sarà affidato anche il compito di chiudere la 1^ edizione del festival, con un brindisi finale (domenica 24 settembre, ore 19.30, Piazza Mercato) accompagnato dalle proposte degli chef di “Cooking for Alp”.

 

Il Sindaco di Domodossola, Lucio Pizzi: “Domosofia nasce come occasione di confronto e crescita collettiva su molteplici aspetti che riguardano la nostra vita. Come tema di questa prima edizione è stata scelta una parola che, nella complessità, e talvolta drammaticità, degli eventi con cui siamo chiamati a confrontarci quotidianamente, oggi è forse una delle condizioni psicologiche più difficili da raggiungere”.

L’Assessore al Turismo, Angelo Tandurella sottolinea: “Ci auguriamo che, all’insegna della leggerezza, possa crescere in futuro anche il nostro Festival e diventare l’occasione perché nuovi visitatori decidano di trascorrere qualche giorno a Domodossola. Per questa ragione abbiamo voluto concentrare così tanti appuntamenti ed elaborare un programma che potesse risultare interessante per le più disparate sensibilità e che si rivolgesse a ogni età”.

 

Domosofia è organizzato dalla Città di Domodossola in collaborazione con l’Associazione Turistica Pro Domodossola e l’Associazione De Claritate Mentis, con il sostegno della Fondazione Comunitaria del VCO e la mediapartnership de La Stampa.

 

Altri EventiIn Piemonte

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: