Home » Eventi » Mostre » Dylan Dog in mostra al Teatro Sociale di Alba
Mostre

Dylan Dog in mostra al Teatro Sociale di Alba L’Alba e i morti viventi

In mostra ad Alba un'esposizione di tavole originali e incontri con gli autori del famoso fumetto, visitabile ogni week-end fino al 2 Giugno.

Giacca nera, camicia rossa e uno sguardo malinconico sulle labbra: è Dylan Dog, l’indagatore dell’incubo, icona inconfondibile della cultura pop italiana nonché celebre protagonista di una delle serie horror italiane più apprezzate, che narra le vicende del detective privato inglese, che si occupa esclusivamente di casi insoliti, in un mix di giallo, surreale, ironia e ambientazioni gotiche.
La serie a fumetti di Dylan Dog è stata creata nel 1986 da Tiziano Sclavi per Sergio Bonelli Editore, divenendo ben presto il secondo fumetto più venduto in Italia dopo Tex.
Dall’esordio negli anni ’80 con il primo numero 1 dal titolo L’alba dei morti viventi, le sue avventure sono sempre state all’altezza dell’attualità italiana, riscontrando di conseguenza un grande successo fra giovani e adulti.
Ma per raggiungere questo successo è stato indispensabile il lavoro di grandi artisti e scrittori capitanati dal creatore Tiziano Sclavi, e oggi dal suo erede Roberto Recchioni, in grado di arricchire ogni nuova storia di intrighi, avventure uniche, e noir.

Dylan Dog in mostra al Teatro Sociale di Alba

 
Dylan Dog arriva in mostra al Teatro Sociale di Alba.
L’esposizione è organizzata nell’incantevole cornice del Teatro Sociale “Giorgio Busca” di Alba: il foyer superiore della sala storica del teatro accoglie oltre 40 tra tavole originali e illustrazioni a firma di tre maestri indiscussi della letteratura disegnata come Bruno Brindisi, Fabio Civitelli e Luigi Piccatto. Ad arricchire l’esposizione del famoso fumetto, contribuiscono anche le reinterpretazioni di alcune copertine storiche della serie, firmate dai giovani allievi della Scuola di Fumetto di Asti.
La mostra è visitabile gratuitamente tutti i sabato e domenica, dalle 15 alle 19, dal 23 aprile al 29 maggio, con apertura speciale il 2 giugno.
Ospite d’eccezione durante l’inaugurazione della mostra è stato Luigi Piccatto, uno degli artisti storici che ha firmato alcuni dei più suggestivi albi della serie.
Oltre le tavole esposte, sono stati programmati tre incontri di discussione sul “fenomeno Dylan Dog”: il primo, sabato 7 maggio con lo sceneggiatore e scrittore Pasquale Ruju, il secondo, sabato 14 maggio alle ore 18,00 presso il Teatro Sociale con lo scultore Davide Fogliadini ed infine l’ultimo, sabato 21 maggio alle ore 18,00 nella Sala Beppe Fenoglio, quello con il regista Giancarlo Soldi con proiezione del documentario “Nessuno siamo perfetti” sulla sfaccettata figura dello scrittore Tiziano Sclavi.

Per avere maggiori informazioni sulla mostra contattare:

fulvio@fulviogatti.it o visitare la pagina Fb “Alba e i morti viventi”

Per informazioni:

Contattaci

Altri EventiIn Piemonte

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: